norme sanificazione condomini da coronavirus

Norme sanificazione condomini da Covid-19

In questo articolo parliamo delle norme di sanificazione dei condomini. In questo periodo di tempo ci sentiamo sotto minaccia e il nemico è invisibile. Potrebbe annidarsi ovunque all’interno di un condominio:

  • nell’ascensore (maniglia, tastiera, porta e pareti),
  • al portone d’entrata (citofono, portone d’entrata),
  • lungo la ringhiera della scala,
  • nei scantinati,

insomma ovunque. Il contagio nei condomini è ad alto rischio e una buona prassi e la sanificazione e profonda igienizzazione, ma quali sono le leggi in merito?

Norma sanificazione condomini: chi deve occuparsene

L’Amministratore del condominio è responsabile di ciò che avviene nei palazzi affidati alla sua cura e gestione. Sua è la responsabilità di tutelare la salute dei residenti e fare in modo che il condominio sia il più sicuro possibile

Di conseguenza durante la fase di emergenza deve accertarsi che l’impresa di pulizia prosegua le attività di igiene del condominio e se esiste anche un remoto sospetto di un solo caso positivo al Covid-19, l’amministratore è tenuto a mettere immediatamente in atto il protocollo sanitario previsto. Di cosa si tratta?

Cosa fare se in condominio qualcuno risulta contagiato dal Coronavirus

La prima cosa che deve fare l’Amministratore quando viene informato della presenza di un positivo al Covid-19 è chiamare l’Agenzia di tutela della Salute. (ATS) che gli fornirà le istruzioni su come procedere.

L’ATS rilascierà un’autorizzazione all’amministratore per procedere ad una sanificazione di tutto il palazzo. Da notare che, in queste circostanze, non è un ente come l’ATS o altri ad intervenire ma l’Amministratore deve contattare una ditta di sanificazione privata.

E’ sufficiente rivolgersi alla propria impresa di pulizie? Dipende, se essa è in possesso delle certificazioni, autorizzazioni, macchinari e disinfettanti specifici per questo scopo si, in caso contrario l’Amministratore di condominio dovrà contattare e dare mandato ad una ditta realmente in grado di effettuare questo tipo di intervento.

Un consiglio in merito a questo delicato intervento, considerando da un lato gli aspetti legali implicati e dall’altro la tutela della salute pubblica, è di effettuare una richiesta di autorizzazione scritta direttamente dall’Agenzia di tutela della Salute.

Potete farlo inviando una mail, preferibilmente con posta certificata all’ente e in attesa della risposta, mettervi in cerca di un’azienda di sanificazione in grado di eseguire questo intervento con tutte le precauzioni del caso.

Attendere la risposta dell’ATS è molto importante anche perché le normative e i decreti cambiano con la stessa velocità con la quale il Coronavirus si diffonde e quindi quello che è valido oggi, potrebbe non esserlo tra una settimana anche sulle procedure da seguire.

La salute dei condòmini prima di tutto grazie alla sanificazione professionale

Come già spiegato la sanificazione è molto diversa dalle normali pulizie dei condomini ed è un intervento professionale che deve essere eseguito solo da ditte in grado di eseguirla correttamente.

Noi utilizziamo macchinari e prodotti dedicati per rendere questo intervento igienizzante realmente in grado di eliminare in modo completo qualsiasi agente batterico e patogeno, incluso il Covid-19

La differenza tra una normale pulizia con prodotti a presidio medico e la sanificazione professionale, sta nel fatto che mentre la pulizia del condominio può ridurre la carica batterica ma non eliminarla del tutto, la sanificazione azzera totalmente ogni carica batterica.

Sanificare l’ambiente del condominio è fondamentale sopratutto nelle grandi città come Roma con palazzi dove risiedono anche centinaia di persone. Il grande flusso di passanti all’interno degli ascensori fanno dei condomini un potenziale luogo di contagio.

Conclusione

Se vi sono sospetti o casi accertati di contagio contattate immediatamente L’ATS

Una volta ricevuta l’autorizzazione contattate una ditta esperta in sanificazione ambienti a Roma e in altre zone:

  • Proseguite dopo l’intervento con le regolari attività di pulizie. Un consiglio: accertatevi che la ditta di pulizie usi prodotti sanificanti con presidio medico e date istruzioni in merito. Ossia specificate che devono procedere con un’attenzione particolare nei punti maggiormente a rischio:
  • ascensori
  • maniglie portoni
  • ringhiera scale
  • tastiera citofono
  • corrimano
  • caselle della posta
  • e qualsiasi altra cosa è soggetta ad essere toccata con le mani.

Sei un Amministratore di condominio? Contattaci per una sanificazione ambienti a Roma professionale che rispetti la normativa in essere.